• TRIREME ROMANA

    Di queste navi, vere e proprie macchine da guerra, non sono mai stati rinvenuti relitti. Esse coprono un arco di tempo che va da III sec a.C. alla tarda età imperiale. Con la realizzazione di queste navi Roma si assicurò il dominio navale del Mediterraneo, andando a soppiantare il predominio di Cartagine sui mari.

    vai al prodotto
    TRIREME ROMANA
  • Pentera Cartaginese

    La pentera cartaginese è stata la punta di diamante della marina da guerra cartaginese; era una nave di circa 36 metri di lunghezza. Ha linee d’acqua particolarmente filanti ed affilate che le davano una grande velocità sia a vela che a remi; era dotata di una particolare cabina prodiera per il navarca che ne contraddistingue il profilo.

    vai al prodotto
    Pentera Cartaginese
  • Bilancella Carlofortina

    La bilancella carlofortina, o battello, è una barca di circa 12 metri di lunghezza. Per le sue caratteristiche di flessibilità, non è facile stabilire quale sia l’attività da considerare principale nell’utilizzo di questa imbarcazione.

    vai al prodotto
    Bilancella Carlofortina
  • Navicella Nuragica

    Le Navicelle Nuragiche erano le imbarcazioni utilizzate dal popolo Nuragico per attraversare il Mediterraneo, come testimoniano recenti ritrovamenti alle Baleari, in Nord Africa, nel centro Italia, di reperti di provenienza nuragica.

    vai al prodotto
    Navicella Nuragica